Pubblicato in: SET

Firenze | Secondo incontro nazionale della rete SET

A Firenze dal 1 al 3 marzo 2019 si è svolto il secondo incontro nazionale della rete S.E.T. (Sud Europa di fronte alla turistificazione), che ha visto la partecipazione dei nodi di Barcellona, Bologna, Genova, Firenze, Napoli, Palermo, Roma e Venezia, con l’obiettivo di costruire azioni comuni per contrastare la turistificazione.

Gli incontri si sono tenuti presso la Facoltà di Architettura, il C.S.A Next Emerson e La Polveriera Spazio Comune e si sono articolati intorno a due temi: “L’abitare e la turistificazione” e “Al Gran Bazar della città neoliberista: nuove infrastrutture e turismo globale”.

Continua a leggere “Firenze | Secondo incontro nazionale della rete SET”

Annunci
Pubblicato in: SET

Napoli | Primo incontro nazionale della rete SET

Dal 18 al 20 ottobre 2018 a Napoli si è svolto il primo incontro dei nodi italiani della rete SET – Città del Sud Europa di fronte alla Turistificazione con l’obiettivo di avviare una analisi e di attivare forme di resistenza di fronte al processo di turistificazione che trasforma città e territori.

Hanno partecipato all’incontro le città di: Bergamo, Bologna, Firenze, Genova, Napoli, Rimini, Roma e Venezia.

Nel corso degli incontri è stato ribadito l’impegno di lavorare insieme per approfondire l’analisi critica dei processi di turistificazione, a costruire azioni comuni da attuare in modo coordinato e amplificare l’impatto delle singole rivendicazioni territoriali. Continua a leggere “Napoli | Primo incontro nazionale della rete SET”

Pubblicato in: Mappatura

Sestiere di Santa Croce

Il sestiere di Santa Croce si estende tra Piazzale Roma e il sestiere di San Polo: conta 5.068 abitanti (su 64.211 – circa l’8% – dei totali per la città insulare: Venezia + isole; su 84.703 dei totali per Venezia + isole + Litorale: dati 2015).

Per avere una fotografia del sestiere, registriamo la presenza di:

  • alcune scuole: la scuola d’infanzia “Nido d’ape”, e le due scuole dell’infanzia paritarie, “G.B. Giustinian” e “Capitanio”; la scuola primaria “Manzoni”, e la scuola secondaria di primo grado “Morosini”
  • alcune sedi dell’Istituto Universitario Architettura Venezia (IUAV): la sede centrale ai Tolentini, più le sedi staccate in Campo della Lana e a Ca’ Tron (sede della Facoltà di Urbanistica)
  • la casa circondariale maschile di Santa Maria Maggiore
  • la sede dell’A.T.E.R.
  • alcuni  musei: Museo del Tessuto e del Costume con biblioteca specifica a Palazzo Mocenigo (antica dimora patrizia donata nel 1954 alla città di Venezia); Museo di Arte Moderna a Ca’ Pesaro, il Museo civico di Storia naturale ne Il Fondaco dei Turchi (acquistato nel 1858 dal Comune di Venezia)
  • la Casa del Cinema “Pasinetti”
  • 1 ponte che attraversa il Canal Grande (realizzato nel 2008)
  • 1 terminal che consente l’arrivo a Venezia via strada (piazzale Roma) con alcune autorimesse di cui una comunale
  • 1 terminal con scalo crocieristico e mercato all’ingrosso: Tronchetto
  • un parco pubblico: i giardini Papadopoli (che hanno una estensione di  7500 m²)

Continua a leggere “Sestiere di Santa Croce”

Pubblicato in: Iniziative

Mappatura partecipata

Mappare dal basso le trasformazioni della città | In corso

Mappare la nostra città è uno strumento per condividere e organizzare le nostre esperienze. Connettere relazioni, difficoltà, speranze, ricordi in un tessuto collettivo di segni. Una pratica ludica, di scambio e incontro. Come è cambiato e sta cambiando i diversi sestieri? Quali sono gli indicatori della trasformazione? Quale la percezione dei loro abitanti? Sono alcune delle domande che guideranno le nostre esplorazioni per ridisegnare Venezia dal basso, attraverso lo sguardo di chi la vive, passo dopo passo.

Continua a leggere “Mappatura partecipata”

Pubblicato in: SET

Il manifesto di SET

In molte città del Sud Europa stanno nascendo movimenti di resistenza ai processi di turistificazione che le stanno investendo. Associazioni e collettivi di alcune di queste (Venezia, Valencia, Siviglia, Palma, Pamplona, Lisbona, Malta, Malaga, Madrid, Girona, Donostia/San Sebastian, Canarie, Camp de Terragona, Barcellona) si sono incontrati nel corso dell’ultimo anno in diverse occasioni, con l’obiettivo di condividere e scambiare esperienze e conoscenze. Continua a leggere “Il manifesto di SET”

Pubblicato in: OpArt!

OpArt

Progetto OpArt | Maggio 2017. Azione artistica diffusa per mettere in evidenza gli effetti dello spopolamento sullo spazio urbano veneziano.

Presupposti. L’esodo cronico dei residenti lascia dietro di se’ un vuoto percepibile in città: imposte chiuse, finestre buie, serrande abbassate per sempre. Se nelle zone più frequentate le attività commerciali di vicinato sono state sostituite da altre più lucrative e orientate prevalentemente ad un pubblico di passaggio, in quelle meno battute questa sostituzione non è avvenuta: in molti casi la luce si è spenta e non è stata più riaccesa.

Obiettivi. Provare a illuminare di nuovo questi spazi rimasti opachi, convocando artisti veneziani e non, ma che sentano comunque un vincolo emotivo con la città, affinché ci aiutino a riaccenderli, anche solo momentaneamente. Interverremo sulle saracinesche di esercizi commerciali chiusi da anni, che verranno previamente selezionate e mappate. Continua a leggere “OpArt”

Pubblicato in: SET

SET | Città del Sud Europa di fronte alla Turistificazione

Nel maggio del 2018 si costituisce la rete SET – Città del Sud Europa di fronte alla Turistificazione. Venezia, Valencia, Siviglia, Palma, Pamplona, Lisbona, Malta, Malaga, Madrid, Girona, Donostia/San Sebastian, Canarie, Camp de Terragona, Barcellona danno avvio a questo network per coontrastare l’impatto dell’industria del turismo nei loro territori.

L’idea della rete nasce l’anno prima nel corso di una tavola rotonda “Moviments socials davant el turisme. Una lluita compartida a diferents territoris i ciutats”promossa dal GOB  nell’ambito del corso Economia ed Ecologia politica del Turismo a Palma il 30 giugno 2017 cui partecipano movimenti di Barcellona, Mallorca, Palma, Valencia, Lisbona, Madrid e Venezia.

Il Manifesto della Rete di città del Sud Europa di fronte alla turistificazione

Il video – manifesto della Rete SET

Vai all’articolo di Dinamo Press